Il progetto sandbox

Nelle risorse in documentazione spesso verrà fatto riferimento al progetto sandbox, creato appositamente a scopo didattico. Pertanto suggeriamo di scaricarlo e provare ad avviarlo seguendo le seguenti istruzioni.

E' inoltre possibile utilizzare un'istanza online dell'applicativo sandbox all'indirizzo http://sandbox.genropy.org autenticandosi con le credenziali

  • username: sandbox
  • password: sandbox

git clone

Spostatevi dunque nella directory dei vostri progetti custom (definita nel vostro environment.xml ),e scaricate il progetto sandbox:

cd ~/.../genropy_projects/
git clone https://bitbucket.org/genropy/sandbox.git

Avviare Sandbox in locale

Innanzitutto è necessario dare il comando gnrdbsetup seguito dal nome dell'istanza sandbox per far generare il database con tutte le tables necessarie. Nella configurazione di base viene creato un database sqlite.

gnrdbsetup sandbox

Ricordiamo che prima di avviare l'applicativo Sandbox, e qualsiasi altro webserver Genropy, si deve prima lanciare l'istruzione gnrdaemon da un terminale

gnrdaemon

E poi da un' altra finestra di terminale si esegue l'istruzione gnrwsgiserve sandbox come spiegato nella pagina del collaudo dell'installazione

gnrwsgiserve sandbox

Se ogni cosa è andata a buon fine dal terminale avremo conferma che la nostra applicazione è servita in locale alla porta 8080

serving on 0.0.0.0:8080 view at http://127.0.0.1:8080

Remote edit

Volendo Genropy offre una modalità di editing del codice dalle pagine direttamente da browser. Se volete sperimentare, e usare questa modalità, occorre avviare l'applicativo con l'opzione remote_edit

gnrwsgiserve sandbox --remote_edit

L'output del comando precedente indica l'indirizzo da inserire nel browser per accedere alle pagine del sito del progetto. Generalmente è http://127.0.0.1:8080/ (nel caso della sandbox l'utente per l'accesso è admin e la password quella che avete deciso durante l'installazione di genropy).

Nel caso in cui si voglia imporre una porta diversa, si può usare il seguente comando (per esempio, volendo imporre la porta 8085, invece di 8080):

gnrwsgiserve -p 8085 sandbox

Per ripristinare il file eventualmente modificato:

git checkout <Nome del file modificato>

Per ottenere il nome del file da ripristinare:

git status

I file modificati sono indicati con la scritta "modified" in testa,

esempio:

modified:   packages/tutor/webpages/lessons/2_la_pagina/02_hello_world.py

git checkout packages/tutor/webpages/lessons/2_la_pagina/02_hello_world.py